Il messaggio del Presidente della Repubblica nell’occasione del Giorno del Ricordo

Condivisioni:
Share

Visita anche la pagina: http://alessandro54.myblog.it/la-storia-delle-foibe/

“Violenze del passato ci ammoniscono sui rischi dell’odio etnico”

Articolo: http://www.repubblica.it/politica/2018/02/09/news/foibe_mattarella_violenze_del_passato_ci_ammoniscono_sui_rischi_dell_odio_etnico_e_della_violenza_ideologica_-188412951/?ref=RHRS-BH-I0-C6-P5-S1.6-T1

ROMA – 09 -febbraio – 2018 – Basta alimentare il vento dell’odio. Il nostro paese corre “gravissimi rischi” a causa “del nazionalismo estremo, l’odio etnico, la violenza ideologica eretta a sistema”. Usa parole durissime Sergio Mattarella per rinnovare la condanna della strage delle foibe, che nel pomeriggio ha presenziato a Palazzo Madama alla celebrazione del Giorno del Ricordo, con il presidente del Senato Grasso (“per troppo tempo questa tragedia è stata dimenticata”), il ministro Finocchiaro. Presenti molti familiari delle vittime. Il presidente dell’associazione degli esuli giuliano-dalmati, Antonio Ballarin, chiede che 70 anni dopo arrivi completamente il risarcimento dello Stato per danni subiti dai profughi, costretti a lasciare casa e beni. E il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, vorrebbe l’apertura degli archivi nella ex Jugoslavia per rintracciare i luoghi di sepoltura delle vittime e ricostruire anche il ruolo dei partigiani comunisti italiani nella “pulizia etnica” voluta dal maresciallo Tito. continua a leggere

10 febbraio: Giorno del Ricordo – Io non dimentico

da Youtube : ORGOGLIO TRIESTINO – DAVIDE SULCIC – Pubblicato il 9 feb 2018

Senato della Repubblica, Cerimonia del Giorno del Ricordo

Premere il Link qui sotto:

TG5-  Foibe, il dovere di non dimenticare

10 febbraio 2018 –  il ricordo: migliaia di italiani uccisi dal comunismo nazionalista di Tito nel 1945

Per vedere il filmato premere il Link qui sotto
Il messaggio del Presidente della Repubblica nell’occasione del Giorno del Ricordoultima modifica: 2018-02-10T03:41:59+01:00da alessandro54
Reposta per primo quest’articolo
Condivisioni:
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *