Red Land – Rosso Istria arriva nelle sale di Croazia e Slovenia

Condivisioni:
Share

Red Land - Rosso Istria arriva nelle sale di Croazia e Slovenia

http://www.lavoce.hr/politica/3540-red-land-rosso-istria-arriva-nelle-sale-di-croazia-e-slovenia?fbclid=IwAR1SJfeK1tmacK9zR2jqFbBDVxIbVykftZxlQGibIS1uLPRwsF_Qlbl_MeU

Red Land – Rosso Istria arriva nelle sale cinematografiche di Croazia e Slovenia per la gioia dei connazionali che vivono in questi due Paesi. Le prime due proiezioni, in concomitanza alle celebrazioni in occasione della Giornata del Ricordo, si terranno il 22 e 23 febbraio al Cinema Odeon di Isola. 

Lo ha annunciato Maurizio Tremul, presidente dell’Unione Italiana, che si è aggiudicata i diritti per la proiezione dell’attesissimo film nei due Paesi in cui vive e opera la Comunità nazionale italiana. L’UI ha definito l’accordo con la Venice film production e con il produttore Alessandro Centenaro. “Per ora ci siamo garantiti i diritti per il 2019, ma speriamo di prolungarli anche al 2020”, ha detto Tremul ai microfoni di Radio Capodistria, aggiungendo che il 22 e il 23 febbraio all’Odeon di Isola sarà presente sicuramente il produttore Centenaro, ma “è probabile anche l’arrivo anche del regista Maximiliano Hernando Bruno e di qualche attore”. Previsto anche un dibattito sul tema che viene trattato dalla pellicola con la partecipazione di personaggi internazionali e del pubblico, per il quale l’ingresso sarà gratuito, “sicuramente almeno per i connazionali”, ha sottolineato il presidente dell’Unione Italiana. Tremul ha ribadito che si tratta di un progetto che rientra nella Legge 73/2001 per il 2019 e che l’Assemblea UI ha già approvato, su iniziativa della Giunta esecutiva, un primo stanziamento. 

Ricorderemo che Red Land – Rosso Istria è stato presentato in anteprima in concomitanza con la 75.esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Il film, che vede il debutto alla regia dell’attore argentino Maximiliano Hernando Bruno, èispirato alle vicende di Norma Cossetto, studentessa istriana seviziata e uccisa da un gruppo di partigiani nel 1943. La pellicola storica di Bruno si pone l’obiettivo di ridare dignità alle vittime delle stragi titine della Seconda guerra mondiale.

Condivisioni:
Share

La partenza dell’ultimo treno da Rovigno

Condivisioni:
Share

L'immagine può contenere: testo e spazio all'aperto

la partenza dell’ultimo treno  – 20 ottobre 1966

La linea ferroviaria Canfanaro – Rovigno, lunga 21 chilometri, a scartamento normale, ha iniziato con il traffico il 20 settembre 1876 nell’ambito della Ferrovia istriana statale di allora, linea Divaccia-Erpelle-Canfanaro- Pola, con diramazione per Rovigno. 
Stazioni: Rovigno, Villa di Rovigno, Sossi, Ocreti, Canfanaro.

http://www.forum.ferrovie.it/viewtopic.php?t=31852

Condivisioni:
Share