Pagina: Libri

Condivisioni:
Share

Link PDF


Dizionario Dialetto di Pola:  https://www.crsrv.org/pdf/collana_degli_atti/Dizionario_dialetto_Pola.pdf   –        Dimensione del file: ~30Mb

 Le “Tabvlae” (1524-1526) – Link alle tavole aggiuntive:  https://www.crsrv.org/pdf/collana_degli_atti/Coppo.pdf  –                                   Dimensioni del file ~134mb

Nel Medio Evo:  https://www.crsrv.org/…/collana_degli…/Benussi_Medio_Evo.pdf  – Dimensione del file: ~55Mb

I mosaici della Basilica Eufrasiana di Parenzo:  Documenti per la storia dei restauri (1862-1916) :    https://www.crsrv.org/pdf/collana_degli_atti/Mosaici_Eufrasiana_Parenzo.pdf   –  Dimensione del file: ~30Mb

Le “Casite”. Pietre e paesaggi dell’Istria centro-meridionale (Un censimento per la memoria storica):                                                                                         https://www.crsrv.org/pdf/collana_degli_atti/LE_CASITE.pdf
Dimensioni del file: ~70mb


2019


  • Titolo: Italiani 2 volte
  • Autore: Dino Messina
  • Soggetto:  Saggistica
  • Editore: Solferino libri
  • Anno: 2019
  • Prezzo: 16,50  €
  • Venditore: 
  •  Copertina

Sono italiani due volte i trecentomila che in un lungo esodo durato oltre vent’anni dopo la Seconda guerra mondiale lasciarono l’Istria, Fiume e Zara. Erano nati italiani e scelsero di rimanere tali quando il trattato di pace del 10 febbraio 1947 assegnò quelle regioni alla Jugoslavia comunista del maresciallo Tito.

A rievocare una storia a lungo trascurata del nostro Novecento è un’inchiesta originale e serrata dove al racconto dei fatti Dino Messina accompagna le testimonianze inedite dei parenti delle vittime della violenza titina e di chi bambino lasciò la casa natale senza la speranza di potervi tornare.

Un dramma nazionale in tre grandi atti: il primo, con l’irredentismo, la vittoria nella Grande guerra, il passaggio alla patria di regioni e città sotto il dominio asburgico; seguiti dalla presa del potere fascista con le politiche anti-slave e la guerra accanto ai nazisti.

La seconda fase inizia con le ondate di violenza dei partigiani di Tito nell’autunno del 1943 e nella primavera del 1945. Trieste, Pola e i centri dell’Istria occidentale, Fiume e Zara, da province irredente divennero terre di conquista jugoslava.

Al biennio di terrore e alla stagione delle foibe, seguirono altri anni di pressioni e paura. Sino al terzo atto, dal 10 febbraio 1947, che segnò la più grande ondata dell’esodo. E successivamente un’altra massiccia partenza dalla zona assegnata alla Jugoslavia dopo il Memorandum di Londra del 1954, che stabilì il ritorno di Trieste all’Italia.

A migliaia di fuggitivi, dopo il terrore e lo sradicamento, toccò l’umiliazione dei campi profughi. Una pagina tragica della nostra storia, a lungo strumentalizzata da destra e sinistra, che trova in questo libro una ricostruzione puntuale e una narrazione corale di grande impatto.


  • Titolo: Una narrazione a lungo mancata
  • Autore: Riccardo Marchis
  • Soggetto:  Cultura e spettacoli
  • Editore: SEB27
  • Anno: 2019 in commercio dal 7 febbraio 2019
  • Prezzo: 15 €
  • Venditore:
  •  Copertina

Una narrazione a lungo mancata. Della diaspora giuliano-dalmata e degli altri esodi del Novecento alla luce del tempo presente

A motivare questo studio a più voci la convinzione che l’esodo giuliano-dalmata non costituisca solo una proposta per  restituire  alla distratta storia italiana le motivazioni degli esuli, a lungo dimenticati ed emarginati, ma anche per affrontare temi che attraversano l’intero secolo passato e mostrano con rinnovato vigore la loro persistenza nel nuovo millennio. Analizzare il caso giuliano-dalmata nel quadro dei grandi spostamenti forzati di popolazione, che segnarono la fine della seconda guerra mondiale, risulta particolarmente utile per illustrare pagine della storia europea lasciate ai margini della conoscenza e dei libri di testo dei vari paesi coinvolti in tali fenomeni. La loro comprensione, viceversa, consente di unire punti diversi e distanti della storia europea, dagli esordi del Novecento al nostro presente, segnati da stati di guerra e guerra ai civili, che pongono in primo piano il prodursi e perfezionarsi di meccanismi espulsivi di massa, come fine o strumento della guerra. Il volume si conclude con una comparazione degli esodi di allora e di oggi alla ricerca di assonanze, somiglianze e differenze, condotta con rigoroso metodo storico e con passione civile: l’uno e l’altra necessarie “per aiutare a comprendere lo spessore problematico delle nuove emergenze”.


2018


  • Titolo: Rime de Fiume – Joe fiumane
  • Autore: Mario Schittar – Egidio Milinovich
  • Soggetto:  Cultura e spettacoli
  • Editore: EDITlibri
  • Anno: 2018
  • Prezzo: 
  • Venditore:
  •  Copertina

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 


  • Titolo: La mia Istria
  • Autore: Elio Velan
  • Soggetto:  Cultura e spettacoli
  • Editore: 
  • Anno: 2018
  • Prezzo: 
  • Venditore:
  •  Copertina

L'immagine può contenere: testo

Descrizione: ROVIGNO – Si intitola “La mia Istria” (“Moja Istra”) il nuovo libro di Elio Velan, presentato venerdì sera nella piazza principale, sulla terrazza del caffé bar “Viecia batana”. Una sintesi del lavoro giornalistico di 30 anni, iniziato nell’‘86 a “La Voce del Popolo”, continuato poi a TV Capodistria, al Glas Istre e alla sede regionale della RAI. Una carriera che ha sempre visto protagonista la sua Istria, da lungo tempo al centro delle riflessioni dell’autore.
Un libro fatto di testimonianze e confessioni, che analizza la storia partendo dalle persone che si raccontano o che l’autore racconta. “L’Istria è un soggetto che nel corso del tempo è stato trasformato in oggetto di sfruttamento”, ha esordito Velan. “L’ho scritto per capire la terra dove sono nato, comprendere quale sia il suo oggi e il suo domani”. continua a leggere


  • Titolo: Un’altra Italia : Fiume 1724 – 1924
  • Autore: 
  • Soggetto:  Cultura e spettacoli
  • Editore: 
  • Anno: 2018
  • Prezzo: 
  • Venditore:
  •  Copertina

L'immagine può contenere: spazio all'aperto


2017


L'immagine può contenere: sMS


Risultati immagini per I borghi di mare più belli dell'Adriatico

  • Descrizione:

 

 


Affreschi medievali in Istria.

  • Descrizione: L’Istria conserva un ingente patrimonio di affreschi medievali, riferibili al periodo romanicogotico e tardogotico. Carrefour di esperienze figurative varie e complesse, anche per la sua particolare posizione geografica e le vicende storiche, il territorio istriano lungo tutti i secoli del medioevo dialoga ad ampio raggio in molteplici direzioni con l’area europea occidentale e orientale, ma soprattutto con l’Italia nord-orientale. Durante il periodo gotico, quest’ultima direttrice si rivela anzi dominante, come è ovvio visto il ruolo-guida assunto in campo pittorico lungo tutto il Trecento da Venezia e dalle città del Veneto. Privilegiando i cicli di maggiore rilievo, nella riflessione storico-artistica (analisi iconografica e stilistica, fonti storiche, cronologia e committenza) vengono sottolineati i diversi rapporti intercorrenti con l’ambito italiano nord-orientale. Il nucleo di pitture a fresco di gran lunga più importate in Istria è quello di epoca romanica, che annovera una serie di testimonianze di sicuro interesse, variamente scalabili dall’inizio dell’XI a tutto il XIII secolo. Anche se a volte pervenute in modo frammentario, esse rivestono un valore che travalica l’ambito locale assumendo rilevanza europea, coprendo enormi lacune nella conoscenza di quel periodo. Connotandosi per caratteri stilistici in bilico tra apporto bizantino e occidentale, si evidenzia un dialogo molto fitto e intenso specie con Venezia e il patriarcato di Aquileia. Uno dei problemi cruciali, forse il maggiore, per gli studi della pittura su muro è quello del pittore itinerante: al centro vi è la figura di un artista in viaggio, che possiede ed ‘esporta’ un proprio bagaglio figurativo e culturale. Tutto questo mette in gioco la questione delle modalità nella trasmissione dei modelli.

  • Titolo: Zidov: Il salvataggio degli ebrei in Jugoslavia e Dalmazia e l’intervento della II Armata 1941-1943
  • Autore: Bambara G.
  • Editore: Mursia 
  • Anno: 2017
  • Prezzo: 23,00 € ; 19,55 € sconto -3,45€
  • Venditore: http://www.mursia.com/index.php/it/storia/bambara-g-zidov-detail
  • Descrizione:  «Ripercorrere le vicende della Slavia del Sud consente di comprendere il senso riposto di lacerazioni interetniche, i contrasti tra forze ideologicamente distanti, la dismissione della razionalità politica a favore dell’inconciliabilità etnica e religiosa.» «Židov» è la parola serba per ebreo. Erano circa 78 mila gli ebrei che vivevano nei territori della ex Jugoslavia (Serbia, Croazia, Slovenia, Dalmazia, Bosnia e Montenegro) quando il 12 aprile 1941 i nazisti entrarono a Belgrado, allora capitale del Regno di Jugoslavia. La maggior parte fu vittima dell’Olocausto, ma almeno 3.500 si salvarono grazie all’Esercito italiano che, ignorando le leggi razziali del 1938 e il nulla osta di Mussolini alla consegna degli ebrei ai nazisti, sottrasse migliaia di vite umane alla furia di tedeschi e ustascia.Nei ricordi dell’Autore, testimone di questi avvenimenti, una pagina poco conosciuta dell’Olocausto. Gino Bambara, dalmata di Zara, ha partecipato agli eventi del Secondo conflitto mondiale in Grecia e Jugoslavia quale ufficiale della divisione di fanteria Murge. Ha insegnato Storia e Filosofia ed è stato dirigente scolastico del liceo «A. Calini» di Brescia. È autore di testi filosofici (I problemi della filosofia, 1971 e Storia della filosofia, 1984) e di narrativa (Una città tra storia e leggenda, 2009) e, in quanto esperto di storia balcanica, di saggi storici, tra cui ricordiamo La guerra di liberazione nazionale in Jugoslavia (Mursia 1998)
  • Copertina: 

  • Titolo: Le foibe giuliane
  • Autore:  Elio Apih Spazzali R. (cur.)Cattaruzza M. (cur.) Moscarda Oblak O. (cur.) 
  • Editore:  Libreria Editrice Goriziana
  • Anno:  Febbraio 2016
  • Prezzo:19,80 €
  • Venditore: https://www.unilibro.it/libro/apih-elio-spazzali-r-cur-cattaruzza-m-cur-moscarda-oblak-o-cur-/le-foibe-giuliane/9788861022652
  • Descrizione: Le foibe giuliane: Gli interrogativi posti da Elio Apih e le riflessioni che essi suscitano nel percorso di questo libro, muovono da un quesito fondamentale: “Come e da dove viene l’infoibamento nella Venezia Giulia?” E bene precisare che l’Autore tratta sia delle foibe del 1943 in Istria, sia delle foibe del 1945, che riguardarono anche Gorizia, Pola e Fiume, ma soprattutto, per efferatezza, Trieste Ciò detto, è significativo che il primo capitolo si apra su uno scenario di vuoto metafisico: l’abisso (abìssus abissum invocat) in cui si agitano elementi da primordio evocati tramite suggestioni letterarie Ma sul piano storico l'”infoibamento” come eccidio trova collocazione nel quadro della Seconda guerra mondiale; taluni episodi possono fare pensare ad un’analogia fra le modalità “rituali” dell’eccidio……….
  • Copertina:

Risultati immagini per Le foibe giuliane


2015


  • Titolo: Magazzino 18 – le foto
  • Autore: Jan BernasCarla I. Cace 
  • Editore: Fergen
  • Anno: febbraio 2015
  • Prezzo: 25 €
  • Venditore: 
  •  Copertina
  • L'immagine può contenere: testo

Un libro che documenta il Magazzino 18 del Porto Vecchio di Trieste dove dal 1947 sono accatastati i mobili e gli oggetti che gli esuli giuliano-dalmati lasciarono in deposito con la speranza di riuscire a riprenderli. Le foto di Jan Bernas in qualche modo parlano e che sono rafforzate da brevi testimonianze degli esuli. Un luogo della memoria chiuso, nascosto, dimenticato (è visitabile dopo aver ottenuto il permesso dell’Irci) un po’ come tutta la tragica vicenda delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, rimossa per decenni dalla storia d’Italia e riscoperta con l’istituzione del Giorno del Ricordo che si celebra ogni 10 febbraio. La prefazione è di Simone Cristicchi che con Bernas ha scritto l’opera teatrale “Magazzino 18”


  • Titolo: Grammatica del Dialetto di Rovigno d’Istria
  • Autore: Libero Benussi
  • Editore: Comunità degli italiani  
  • Anno: 2015
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina:
  • LIBRO 2

  • Titolo: Istria in bicicletta – Da Trieste a Pola lungo la costa occidentale
  • Autore: Fabrizio Masi
  • Editore: Edicicloeditore
  • Anno: 2015
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: In bicicletta da Trieste a Pola lungo la costa istriana attraversando Italia, Slovenia e Croazia, un borgo dopo l’altro, baie e macchia mediterranea, strade maestre e vie solitarie con la costante presenza del mare. Oltre duecento chilometri intrecciando storia, natura e buona tavola, alla ricerca delle spiagge più belle in un libro guida a scoprire tre Paesi e una terra unica dove confluiscono Adriatico e Mitteleuropa. Un viaggio da Trieste verso il sud alla scoperta della leggendaria “Istria blu”, lasciando il confine italiano per conoscere le città della costa slovena, Capodistria, Isola, Pirano e Portorose e quelle del litorale croato. Da Salvore a Pola passando per le Incantevoli Umago, Cittanova, Parenzo e Rovigno, meta ogni anno di migliaia di turisti di tutta l’Europa. Una guida che accontenta sia gli appassionati del turismo attivo sia gli amanti del mare in ogni stagione.
  • Copertina:


2014


Risultati immagini per l'ultimo testimone

  • Descrizione: L’unico libro sullo spionaggio italiano durante la Guerra Fredda. L’agente segreto non è un militare, ma un giovane, uno dei 28 mila italiani che lasciarono Pola. I documenti inediti – talvolta sorprendenti – e il suo racconto permette di conoscere vicende e retroscena non reperibili in nessun archivio. Senza questo memoriale, la storia avrebbe una pagina bianca o, peggio, avrebbe generato leggende. Un mondo scomparso senza lasciare traccia di sé viene tratteggiato in maniera minuziosa e attenta, ma anche con un velo d’ironia.
  • Sergio Cionci (Pola 1922), allievo ufficiale della regia aeronautica e partigiano nelle formazioni antifasciste in Istria, dopo la guerra è stato direttore amministrativo d’industrie nel Goriziano e collaboratore fisso dell’”Arena di Pola”. Dal 1947 al 1952 è stato agente dei servizi segreti italiani operativo tra Trieste e l’Istria.

2013 


    • Titolo: Terra Rossa
    • Autore: Mauro Tonino
    • Soggetto:  Cultura e spettacoli
    • Editore: L’orto della coltura
    • Anno: 2013
    • Prezzo: 12,75 €
    • Venditore: IBS (https://www.ibs.it/rossa-terra-libro-mauro-tonino/e/9788897767275)
    •  Copertina

    Rossa terra - Mauro Tonino - copertina

    Viaggio per mare di un esule istriano con il nipote, tra emozioni, storia, speranze e futuro.

    ROSSA TERRA di Mauro Tonino

    PRESENTAZIONE DEL ROMANZO STORICO SULL’ESODO E LE FOIBE

    MERCOLEDÌ 29 NOVEMBRE 2017 – ORE 18.00

    LIBRERIA MINERVA – VIA SAN NICOLÒ 20 – TRIESTE    

    Un anziano esule, Marino, decide assieme al nipote di intraprendere un viaggio in barca a vela lungo le coste dell’Istria. Nove giorni di navigazione nel mare prossimo alla terra natia, la contiguità con il giovane Filippo assetato di storia e sapere, porteranno il nonno a ripercorrere immagini, luoghi e antiche tragedie. L’ostinazione del giovane lo porterà a rivelare, attraverso gli occhi di lui bambino proiettato dentro la guerra, e dopo tanto tempo, “la propria storia”, personale, ma comune a tanti conterranei costretti ad abbandonare la propria terra.


  • Titolo: L’Isola che non c.è – Il mio esodo dall’Istria
  • Autore: Nino Benvenuti – Mauro Grimaldi
  • Soggetto:   Biografie e autobiografie
  • Editore:  Edizioni Eraclea
  • Anno: 2013
  • Prezzo:  11,40 €
  • Venditorehttps://www.ibs.it/isola-che-non-c-mio-libro-nino-benvenuti-mauro-grimaldi/e/9788888771427
  •   CopertinaL'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e testoNino Benvenuti (Isola d’Istria, 1938), nato Giovanni Benvenuti,  è un ex pugile, attore e politico italiano. La International Boxing Hall of Fame e la World Boxing Hall of Fame lo hanno riconosciuto fra i più grandi pugili di tutti i tempi. Con Mauro Grimaldi ha scritto due memoir, L’isola che non c’è. Il mio esodo dall’Istria (Edizioni Eraclea 2013), e L’orizzonte degli eventi. Appunti di vita (Cairo Publishing 2018), a cui ha collaborato anche Ottavia Fusco Squitieri.

  • Titolo: Vocabolario  Italiano-Rovignese
  • Autore: Libero Benussi 
  • Editore:  Comunità degli Italiani “Pino Budicin” – Rovigno
  • Anno: Rovigno 2013  
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina:

Risultati immagini per Vocabolario Italiano-Rovignese


2009


  • Titolo: Dizionario del  Dialetto di Pola
  • Autore: Barbara Bursic Giudici , Giuseppe Orbanich
  • Editore:  
  • Anno: Rovigno 2009
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina:

L'immagine può contenere: testo e spazio all'aperto

Link al PDF: https://www.crsrv.org/…/collan…/Dizionario_dialetto_Pola.pdf Dimensione del file: ~46Mb

l Dizionario del dialetto di Pola di Barbara Buršić Giudici e Giuseppe Orbanich, 313 pagine, raccoglie ben 6000 lemmi dialettali; l’opera è corredata dalle appendici grammaticali, da un elenco di alcuni nomi personali comuni in polese e da foto d’epoca.


  • Titolo: Veiva Zento  – Cronache rovignesi in vernacolo istro romanzo
  • Autore: Antonio Pauletich
  • Editore: Famia Ruvignisa
  • Anno: ottobre 2009
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione:
  • Copertina:LIBRO 3

2008


  • Titolo: L’ESODO DA ROVIGNO – storie, testimonianze, racconti
  • Autore: Francesco M. Zuliani
  • Editore: Famia Ruvignisa – Trieste 
  • Anno: novenbre 2008
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione:
  • Copertina:
  • LIBRO 4

2006



  • Titolo: Nata in Istria
  • Autore: Anna M. Mori
  • Editore: Rizzoli
  • Anno: 2006
  • Prezzo:
  • Venditore:https://www.ibs.it/nata-in-istria-libro-anna-m-mori/e/9788817009928?inventoryId=58140085
  • Descrizione: L’Istria è stata per mezzo secolo un grande buco nero nella coscienza italiana: una terra dimenticata, rimossa, così come è stata di fatto occultata la presenza dei trecentomila profughi istriani che, dopo la guerra, ha scelto l’esilio. In questo libro Anna Maria Mori, che ha lasciato l’Istria con la famiglia quando era ancora bambina, prova a spiegare cosa significa essere istriani. Il suo libro non è un’inchiesta oggettiva o il rendiconto di un’esperienza di vita: è piuttosto un collage di storie, persone, percorsi, riflessioni su una terra di confine (italiana, veneta, asburgica, slava), una terra di contadini e di pescatori e di marinai, di poesie, leggende, tradizioni, miti e riti, di sapori e odori mediterranei e mitteleuropei.
  • Copertina:


  • Titolo: A Rovigno ho lasciato il cuore
  • Autore: Wally Mirella Poldelmengo
  • Editore: Arti Grafiche Riva di Trieste
  • Anno: 2006
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: Un libro di poesie e racconti, il tema l’esilio, che è uno dei più ricchi di suggestione ma anche dei più proibitivi da affrontare. Bisogna rendere onore a quest’autrice, i cui versi, qualunque sia l’argomento, “fremono amor di patria” nel ricordo straziante di una terra amata, sulla quale aleggiano gli spettri delle foibe e delle pulizie etniche. Proprio questo sentimento infonde in ogni cosa, anche nelle note paesistiche e nelle esperienze esistenziali più comuni, una forza che le rende inconfondibili e indimenticabili.
  • Walli Mirella Poldelmengo nata nel settembre 1929. L’autrice e la sua famiglia arrivarono a Firenze, esuli da Rovigno d’Istria, il 23 maggio 1946. E’ presente in diverse manifestazioni culturali e nelle competizioni letterarie, nelle quali ha conseguito diversi riconoscimenti.
    Ha pubblicato i seguenti libri di poesie: Rovigno nostalgia di un paradiso perduto; La mia Istria, un doloroso esodo; Cuore di nonna; Rovigno, anama mieia.
    Ha presentato alla Fiera del libro di Torino molti dei suoi libri. Ha ricevuto il premio “Autore” e il titolo di Scrittore d’Europa dalla Libera Associazione Poeti e Scrittori. Attualmente risiede a Scandicci (FI)
  • Copertina:

A ROVIGNO ho lasciato il cuore


2004


  • Titolo: Nel Medio Evo
  • Autore: B.Dr. Benussi
  • Editore: Centro Ricerche Storiche – Rovigno
  • Anno: 2004
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina: Mel Medio Evo – 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Link al PDF: https://www.crsrv.org/pdf/collana_degli_atti/Benussi_Medio_Evo.pdf   – Dimensione del file: ~55M

Due volumi di complessive 726 pagine Ristampa anastatica del volume pubblicato (in tomo unico) a Parenzo nel 1897, dopo che l’opera era stata pubblicata a puntate nei volumi IX-XIII degli Atti e Memorie della Società istriana di archeologia e storia patria. Opera fondamentale di Bernardo Benussi che offre un profilo storico del medioevo istriano e che all’epoca della sua edizione segnò una svolta negli studi medievistici sulla penisola. Di certo, anche e soprattutto per quest’opera il Benussi rimane tra i grandi nomi della storiografia sull’Istria e della storiografia giuliana. L’impostazione del Medioevo prevede un’ampia introduzione e poi quattro altrettanto ampi capitoli, veri e propri pilastri di quello che il Benussi considerava la civiltà medievale istriana. L’Introduzione riguarda la storia dell’Istria bizantina, dal 533 al 778; il primo capitolo è dedicato al dominio dei Franchi, fase fondamentale nel definire ciò che era stato l’alto medioevo istriano; il secondo, quanto mai interessante, risulta un lungo trattato sui Vescovi; il terzo capitolo si intitola Conti e margravi ed è dedicato ai poteri laici; mentre il quarto, ultimo capitolo, tratta dei Comuni, che il Benussi definisce elemento „probante dell’appartenenza nazionale“ della regione. Nel primo volume la ristampa anastatica è preceduta da una prefazione di Giovanni Radossi e Egidio Ivetic che inquadrano storicamente questa fondamentale opera di Bernardo Benussi


  • Titolo: Storia Documentata di Rovigno – Saggi di dialetto Rovignese
  • Autore: B.Dr. Benussi
  • Editore: Famia Ruvignisa
  • Anno: 2004
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina:

LIBRO 5


2003


  • Titolo: L’ESODO DEI GIULIANO-DALMATI
  • Autore: Guido Rumici
  • Editore:  EditoreA.D.E.S – Udine
  • Anno: 2003
  • Prezzo: 
  • Venditore:
  • Descrizione: Al termine della seconda guerra mondiale i partigiani jugoslavi del maresciallo Tito occuparono l’intera Venezia Giulia. Dopo il Trattato di pace firmato a Parigi il 10 febbraio 1947. L’Italia cedette buona parte della regione Giulia alla Jugoslavia. Il cambio di sovranità fu traumatico per la maggioranza degli abitanti e provocò l’esodo di una frazione consistente della popolazione.Questo lavoro, pur nella sua brevità,  intende contribuire alla conoscenza dell’esodo dei giuliano-dalmati dalle loro terre, una vicenda che sino a pochi anni fa era stata quasi ignorata dalla storiografia nazionale.
  • Copertina:

Risultati immagini per L'ESODO DEI GIULIANO-DALMATI


2002


  • Titolo: POLA CARA, ISTRIA, NOSTRA TERRA, ADDIO!! – Storia di uno di noi Esuli Istriani
  • Autore: Francesco Tromba
  • Editore: Anvgd Gorizia 
  • Anno: 2002
  • Prezzo: 13 €
  • Venditore:http://www.lastoriamilitare.com/index.php?option=com_virtuemart&view=productdetails&virtuemart_product_id=10783&virtuemart_category_id=374&lang=it
  • Descrizione: L’autore ripercorre quanto accadde alla sua comunità, con particolare riguardo a quella di Rovigno, suo luogo natale, e di Pola, suo luogo di successiva residenza che avrebbe lasciato per l’esilio, dando spazio ad una serie di riferimenti assai significativi per quanto riguarda la protervia dell’invasore, responsabile di tanti delitti efferati, fra cui l’uccisione del padre, infoibato a Vines durante la “prima ondata” immediatamente successiva all’ 8 settembre 1943, assieme a tanti altri italiani inermi e innocenti. In tale quadro e sempre emozionante il racconto di quella sera in cui i sui aguzzini riuscirono a catturarlo in casa propria.
  • Copertina:

  • Titolo: L’ISTRIA DI GINA – le Foibe e l’esodo
  • Autore: Giuseppe Crapanzano
  • Casa editrice: bookSprint edizioni
  • Anno: 
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione: Nel suo racconto, la signora Gina narra delle drammatiche vicende accadute negli anni quaranta, degli orrori delle Foibe, dei lavori forzati e di altri eventi tristi che hanno fatto la storia dell’Istria. Non c’è astio, né voglia di rivincita nel suo racconto, ma solo il desiderio di ridare dignità a quanti, per circostanze avverse della vita, si sono trovati a subire terribili violenze. “Un popolo che non ha memoria del suo passato non ha speranza del suo futuro”.
  • Copertina:

Nessun testo alternativo automatico disponibile.


  • Titolo: VITA ROVIGNESE  – Bozzetti in vernacolo
  • Autore: Raimondo Devescovi
  • Casa editrice: Famia Ruvignisa Ass. degli esuli da Rovigno d’Istria 
  • Anno: 1894 – ed. 2003
  • Prezzo:
  • Venditore:
  • Descrizione:
  • Copertina:

  • Titolo: Cronache di Rovigno – Notizie e fatti più notevoli dall’anno 1889 all’anno 1974 – Diario e cronache della città di Rovigno
  • Autore: Antonio Segariol
  • Casa editrice:  Unione italiana  – Fiume – Università Popolare di Trieste
  • Anno: 
  • Prezzo: 
  • Venditore:
  • Descrizione: 
  • Copertina:
  • Libro 6


1976



Edizioni storiche


Nessuna descrizione della foto disponibile.

L’opera risalente alla prima metà del secolo XVI, costituisce un vero e proprio saggio di atlante moderno, con carte relative a tutto il mondo o di interesse regionale, che si affiancano a quelle del medesimo Autore, annesse alla sua opera principale, il De toto orbe, databile al 1520. Il Coppo può essere definito uno dei precursori della moderna geografia e le sue opere vengono considerate, da parecchi illustri geografi, tra le più preziose che abbiano visto la luce nella prima metà del XVI secolo

 

Pagina: Libriultima modifica: 2017-10-26T01:01:14+02:00da alessandro-54
Condivisioni:
Share